Decreto Bersani assicurazioni: la guida ai vantaggi per chi si assicura

Decreto Bersani: di cosa si tratta

Qualche anno fa, prima del 2007, chi acquistava un’automobile nuova o usata e stipulava una polizza RC auto, partiva obbligatoriamente dalla classe di merito 14 e questo comportava un premio oneroso: con il Decreto Legge Bersani, convertito poi in Legge 40 del 2 aprile 2007, sono state introdotte tutta una serie di vantaggi in merito per chi si assicura. Ecco una guida per scoprire quali sono i vantaggi del decreto:

– quando si stipula una nuova polizza RC Auto, il cliente mantiene la classe di merito che aveva nell’ultimo contratto sottoscritto;

– se si verifica un incidente la compagnia assicurativa non può penalizzare il cliente assicurato scalando il valore della classe di merito finché non vengano accertate le colpe;

– la classe di merito ha una durata di 5 anni;

– il cliente ha la facoltà di disdire la propria polizza annuale senza pagare una penale;

– il cliente che acquista un’automobile nuova o usata acquisisce la classe di merito di un componente del proprio nucleo familiare che abbia una classe di merito vantaggiosa (bisogna essere sullo stesso stato di famiglia);

Soprattutto l’ultima opzione ha ottenuto parecchi consensi da parte degli assicurati, in particolare dai più giovani, che in questo modo potranno partire da una classe di merito più economica “ereditata” dai genitori o da un parente di primo grado (genitori, fratelli/sorelle) convivente, indipendentemente dalla compagnia di assicurazione di entrambi. Ad esempio, se una persona normalmente partirebbe dalla classe di merito 14, facendo parte di un nucleo familiare all’interno del quale il padre ha la classe di merito 1 e la madre la classe di merito 4, avrà diritto alla classe di merito 1, esattamente come il padre.

Assicurarsi con legge Bersani: come fare

Dopo aver valutato se si è in possesso dei requisiti necessari, è possibile assicurare il proprio veicolo secondo la legge Bersani. Ma come si fa?
È sufficiente recarsi in una qualsiasi agenzia assicurativa e richiedere un preventivo portando la seguente documentazione, indispensabile per poter valutare tra le varie offerte quella più adatta alle proprie esigenze:

– una copia dello stato di famiglia, ottenibile sia all’anagrafe del comune di residenza, sia tramite una dichiarazione sostitutiva corredata di copia fronte/retro della patente delle due persone che condivideranno la stessa classe di merito, mostrando chiaramente che l’indirizzo di residenza sia lo stesso.
– attestato di rischio di chi ha la classe di merito più bassa;
– libretto di circolazione del veicolo e, se l’auto è usata, del passaggio di proprietà.

Esclusioni dalla legge Bersani

Vi sono alcuni casi nei quali non è possibile usufruire dei vantaggi concessi dalla Legge Bersani, come ad esempio quando:

– l’automobile è già stata assicurata, anche se per un breve periodo di tempo;
– l’attestato di rischio risalga a più di 5 anni prima;
– si abbiano veicoli diversi tra loro – un’auto non può ereditare la classe di una moto o di un autocarro e viceversa;
– l’auto sia di un’azienda; nel caso di ditte individuali nominali, che hanno sede nella residenza designata (ossia non distinguibili legalmente dai veicoli privati) allora è possibile;
– nel caso di congiunti non facenti parte dello stesso stato di famiglia (un figlio che non risiede più con i genitori non può ereditare la classe di uno di loro).

Vantaggi della legge Bersani

Ai giovani e ai neopatentati questa legge permette di risparmiare, soprattutto se la classe ereditata è tra le più alte, poiché invece di partire dalla 14esima si parte da classi come la prima, la seconda ecc. I veri vantaggi poi si potranno vedere trascorsi 5 anni senza aver compiuto incidenti: si eredita infatti solo la classe di merito, non l’attestato di rischio.

Confrontare più preventivi

Se avete in mente di stipulare una polizza e volete farvi prima un’idea per conto vostro, può essere utile affidarsi ai siti di assicurazione online presenti su internet. Non concentratevi tanto sui siti di comparazione, spesso poco aggiornati, puntate invece ad analizzare quelli relativi a grandi nomi che hanno deciso di offrire anche questo tipo di servizio: i link presenti sul sito vi permetteranno di risparmiare ulteriormente sulla vostra assicurazione.